giovedì 10 luglio 2008

43 anni 'in bellezza' per Vogue Italia. Raccolta a +6,5% nel 2008


La capacità del re dei mensili di moda di cogliere le tendenze del momento lo premia sia in termini di diffusione (+2% dall'ultima rilevazione Ads) che di raccolta (+10,3% nel triennio 2006-2008). Internazionalità, innovazione e rapporto continuativo con i clienti i tre punti di forza della testata Condé Nast , in edicola con un numero dedicato alle modelle di colore.

Tra le persone soddisfatte per la vittoria di Obama sulla rivale Hillary c'è anche Franca Sozzani (nella foto a sx), direttore di Vogue Italia. Perchè? La politica non c'entra."Vista la decisione di realizzare un numero speciale a luglio interamente dedicato alle modelle di colore, il fatto che la sfida negli Usa sia stata vinta da Obama non può che essere una fortunata coincidenza per noi", ha spiegato oggi il direttore, intervenuto nell'incontro svoltosi alla sede milanese di Condé Nast per fare il punto sull'andamento della celebre testata di moda.

Una rivista che ha 43 anni ma non li dimostra, come ha messo in luce la publisher Marina Lemessi. "Vogue Italia è stata fondata nel '65 e continua ad avere successo ancora oggi grazie alla sua straordinaria capacità di cogliere il mood del momento e di anticipare le nuove tendenze, non solo del settore moda", ha affermato Lemessi.

Dopo il numero del luglio 2005 dedicato alla chirurgia estetica e quello del 2007 in cui un intero servizio parlava di reabilitation, nell'estate 2008 Vogue Italia intende riportare l'attenzione sulle modelle e sulle donne di colore, nella moda ma anche nell'arte e nello spettacolo. "Questo numero sta avendo una forte risonanza internazionale – ha sottolineato la publisher - Ne hanno già parlato il New York Times, The Independent, The Guardian, oltre ad alcune emittenti televisive".


LA NOTIZIA CONTINUA SULLE TESTATE DI ADC (AGENZIA DELLA COMUNICAZIONE)

.

Nessun commento: