sabato 20 giugno 2009

IRENE PIVETTI RICEVE IL PREMIO ITWIIN PER L'INNOVAZIONE MADE IN ITALY


Nella foto da sinistra: Cristina Donghi (StudioDonghi), Claudio Pasqua (membro della Giuria ITWIIN), Irene Pivetti, Rita Assogna (presidente ITWIIN)

Irene Pivetti ha ricevuto giovedì 18 giugno il Premio Speciale ITWIIN per la Fondazione da lei realizzata che porta il nome "LEARN TO BE FREE" nell'ambito de “Il genio delle donne: invenzioni e innovazioni Made in Italy”.

"Il Genio delle Donne" consiste in una serie di eventi in cui si colloca la prima edizione del Premio ITWIIN 2009, dedicato alle donne italiane o residenti in Italia: tema portante, quello della valorizzazione della creatività, delle esperienze e del ruolo delle donne nell’innovazione.

Un progetto per promuovere il genio femminile e il ruolo delle donne italiane nell'innovazione inserito dall'UE nell'Anno Europeo della Creatività e dell'Innovazione. Il premio italiano precede l'evento europeo "The European Women Inventors & Innovators Network (EUWIIN) Exhibition, Conference & Award Ceremony", che si terrà a Helsinki, Finlandia, dal 7 al 9 Ottobre 2009. ITWIIN parteciperà attivamente all'organizzazione dell'evento promuovendo le inventrici e innovatrici italiane con il coinvolgimento diretto delle vincitrici italiane.



IRENE PIVETTI e la Fondazione LEARN TO BE FREE

Learn To Be Free è un programma di intervento sociale ed umanitario, per il diritto al lavoro ed allo studio, nato nel 2008 da un'idea di Irene Pivetti.

Obiettivo della Fondazione è unire Solidarietà, Lavoro, Sviluppo: per fare questo dialoga con Imprese e Istituzioni e promuove progetti in tutta Italia e in alcuni Paesi in via di sviluppo.

Dal punto di vista dei contenuti, LTBF si definisce per una spiccata vocazione alla libertà, alla consapevolezza del valore della persona - di ogni persona, in ogni circostanza - ed al rispetto delle norme e delle regole che la comunità sociale si è data per tutelare la propria stabilità, nonché per favorire la propria crescita.

Dal punto di vista del metodo, possiamo considerare LTBF un innovativo strumento di solidarietà sociale “B to B”, Business to Business: in qualità di Società di consulenza no-profit aiuta le aziende, soprattutto piccole e medie, a crescere e a sviluppare il proprio business e, nello stesso tempo, a creare occupazione.

LTBF interviene anche per favorire l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro, specialmente con riguardo a soggetti svantaggiati per condizioni sociali, culturali, economiche e anagrafiche. Sostiene e supporta perciò iniziative che aiutano chi è alla ricerca di un lavoro ad individuare e sviluppare le possibilità reali, esistenti sul mercato, che meglio possono risolvere il suo stato di necessità (job scouting e job creation), procurandogli inoltre la necessaria formazione professionale (vocational training).

LTBF agisce attraverso una vasta rete di Imprese, rapporti articolati con Istituti di Formazione ed un costante dialogo con le Istituzioni, nella convinzione che la crisi, se c'è, dipende più dall'inefficienza del sistema che dalla mancanza di possibili soluzioni.

Le Imprese sono il vero tesoro della Fondazione: il dinamismo degli imprenditori, la loro disponibilità al rischio ed il desiderio di crescere sono la linfa vitale di tutti i progetti che, ormai diffusi nei più diversi settori merceologici, in diverse parti d'Italia e del mondo, incessantemente creano lavoro e formano persone meritevoli per occupare quei posti.
Ma anche per le imprese LTBF rappresenta una “risorsa”, perché le aiuta a superare una fase di difficoltà, o ad affrontare un progetto di sviluppo, aiutandole ad individuare e a consolidare le necessarie partnership sia dal punto di vista industriale che finanziario ed istituzionale, allo scopo di salvaguardare e, ogni volta che sia possibile, aumentare i posti di lavoro che esse offrono.
In questo modo LTBF mette a disposizione una rete di relazioni istituzionali, economiche, sociali che consente alle aziende che vi aderiscono non solo di contribuire allo sviluppo delle attività solidali, ma anche di rafforzare al tempo stesso il proprio business grazie ad un dinamico marketing sociale ed all’incontro con nuove opportunità.

Il valore innovativo del progetto si esprime attraverso una convenzione di partnership privilegiata con il laboratorio CATTID dell'Università la Sapienza di Roma, sviluppo di una piattaforma in 3D per canale satellitare e canale IPTV per elearning e veicolazione dei contenuti

Per poter esistere ed operare, naturalmente, Learn To Be Free ha bisogno dell'aiuto di tutti: chiede dunque alle Imprese che condividono questa visione positiva, costruttiva e ragionevolmente idealistica della società, di aiutare la Fondazione entrando nella sua rete di rapporti, proponendo progetti di creazione di lavoro, ovvero anche solo come sponsor tecnico.


Per ogni informazione e contatto:
email: segreteria@ltbf.it
Sito Internet: www.ltbf.it


Nessun commento: